Letture Suggerite

Questa sezione del sito presenta alcune delle pubblicazioni più rilevanti inerenti le nostre attività. In particolare presentiamo i lavori pubblicati con la casa editrice Pentagora con cui Rete Semi Rurali ha sviluppato una collana specifica legata alla sementi e all'agricoltura contadina.

Buona lettura!

Se volete contribuire alla biblioteca inviateci segnalazioni a info@semirurali.net o libri alla nostra sede di Scandicci.

Annunciamo la pubblicazione di Food. Riots and Rights, di Luca Colombo e Antonio Onorati, la versione attualizzata e adattata del libro Diritti al cibo! Agricoltura sapiens e governance alimentare.

 Il testo è ora disponibile online in versione inglese, a cura di International Institute for Environment and Development (IIED), Centro Internazionale Crocevia (CIC) e Fondazione Italiana per la Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica (FIRAB).

Minima ruraliaCercare semi … Varietà tradizionali … I semi del corredo … Orti di periferia … Conservare la diversità … Comunanze … Prezzo giusto … Autocertificazione … Il tempo dei contadini … Costumi di un altro tempo … Fatevi le vostre varietà … Contadini, dunque villani … Scambio dei semi e diritto originari … La nostalgia non serve … L’importanza del gallo … Semi della terra, semi dell’anima: sono alcuni tra gli argomenti presentati in questa raccolta dove, riassunto, vive un percorso di riflessione e di azione intrapreso dall’autore, dentro e intorno al mondo rurale, dai primi anni 1980 fino a oggi.

Vai alla scheda del libro della casa editrice Pentagora

 Manuale per Salvare i Semi dell'Orto e la Biodiversità - Michel e Jude Fanton

 Scopri e difendi 117 ortaggi, erbe aromatiche e fiori alimentari - Unisciti ai Seed Savers e goditi i miracoli della natura

 Il Filo Verde di Arianna € 11.5

"Il seme è il fondamento della vita, del cibo, dell’agricoltura. Eppure i contadini, che per tutta la storia sono stati gli artefici del miglioramento e della moltiplicazione dei semi, sono stati in fretta esclusi dalla loro produzione. Adesso sono trattati da consumatori di una risorsa non rinnovabile, brevettata, venduta dall’industria, che sta sempre più monopolizzando l’approvvigionamento delle sementi.