1 aprile 2019

Comunicato stampa

Dal 23 al 26 marzo 2019 si è tenuta l’Assemblea Generale del Coordinamento Europeo Via Campesina (ECVC), una quattro giorni impegnativa e proficua che ha visto riuniti un gran numero di organizzazioni e sindacati contadini europei.ARI annuncia con orgoglio la conferma della presenza dell’associazione nel Comitato di Coordinamento di ECVC grazie alla candidatura di Alessandra Turco, approvata unanimemente in assemblea, dopo aver presentato una strategia di medio termine per favorire il ricambio nell’assunzione di responsabilità inECVC. Il rinnovo del CC rappresenta un momento importante per la nostra organizzazione e per ECVCin particolare per ilpassaggio di consegne di Antonio Onorati, che lascia così l’organodirettivo del coordinamento europeo. Ad Antonio vanno tutta la riconoscenza e i più sentiti ringraziamenti di ARI per l’impegno e la dedizione con la quale ha contribuito a nome dell’associazione alla crescita politica e tecnica di ECVC. Ad Alessandra, invece, l’associazione si stringe in un affettuoso abbraccio di congratulazioni e di sostengo per l’inizio di un incarico tanto impegnativo e denso di responsabilità.Tanti sono stati i temi trattati nel corso dell’assemblea e la presenza dei delegati di ARI nel dibattito è stata costante ed importante nel riportare l’attenzione di ECVC al clima di gravi violazioni dei diritti dei lavoratori agricoli e bracciantili che sta vivendo l’Italia intera e in particolare la Calabria. È stato così ribadito e rafforzato l’impegno di ECVC nella difesa dei diritti dei lavoratori rurali e per l’implementazione della Dichiarazione ONU dei diritti dei contadini, mentre la pianificazione delle priorità dei gruppi di lavoro nei quali la nostra organizzazione è coinvolta (accesso alla terra, politiche pubbliche, riforma della PAC, migrazioni, sementi e biodiversità) è avanzata all’insegna degli obiettivi politici del coordinamento, per una radicale riforma del sistema agricolo basata sull’autonomia contadina, sulla giustizia sociale e sulla sovranità alimentare. Non ultimo, abbiamo notato con soddisfazione la crescita di organizzazioni contadineaderenti, elemento questo fondamentale per avere rappresentanze capaci di fare emergere la pluralità delle agricolture contadine in Europa.

Associazione Rurale Italiana per la crescita della società civile, un'agricoltura contadina socialmente giusta ed un corretto utilizzo di tutte le risorse naturali rispettoso della biodiversità, attento ad una produzione ecologicamente durevole per la Sovranità Alimentare. Membro del Coordinamento Europeo Via Campesina

Corte Palù della Pesenata, 5 Colà di Lazise 37017 (VR)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..F. 93164620234

 

ARI

 

 

 

 

 

 

E' online il video di sintesi della tavola rotonda dedicata a "SEMI LOCALI e LOCALISMI" che si è tenuta all'interno della giornata di scambio di semi Una Babele di Semi organizzata il 3 febbraio dall'ASCI a Torino.

 

ASCI

Lanciato il nuovo report No patents on seeds!

End the legal chaos at the European Patent Office! Conventional breeding must be free of patent claims.

Lo trovate qui nella versione inglese

 

Contatti  Spokesperson No Patents on Seeds!, Tel +49 (0) 151 54638040,Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Eckhardt, Project coordination No Patents on Seeds!, Tel + 43 (0) 680 2126 343,Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

C'è tempo fino al 18 aprile 2019 per candidarsi a ReStartApp® per i cammini italiani, un campus residenziale e gratuito per lo sviluppo di idee d’impresa e la creazione di start-up impegnate nelle filiere produttive tipiche del territorio alpino e appenninico italiano attraversato dai cammini.

L'esperienza di Mondeggi Bene Comune Fattoria Sena Padroni si popola di un nuovo soggetto collettivo.