Schede

pdf

Lista Schede RSR

Size: 12.12 KB
Hits : 156
Date added: 01-01-1970

Scheda n. 1

Semi Rurali

Size: 8.36 MB
Hits : 521
Date added: 08-08-2017

Scheda n. 2

A ciascuno la sua varietà

Size: 1.74 MB
Hits : 412
Date added: 08-08-2017

Scheda n. 3

Biodiversità agricola in Italia

Size: 9.43 MB
Hits : 315
Date added: 08-08-2017

Scheda n. 4

Leggi regionali sulle

sementi in Italia

Size: 4.27 MB
Hits : 256
Date added: 08-08-2017

Scheda n. 5

La Guerra dei Semi

Size: 976.74 KB
Hits : 251
Date added: 08-08-2017

Scheda n. 6

Il trattato FAO

Size: 7.27 MB
Hits : 227
Date added: 08-08-2017

Scheda n. 7

La conservazione della biodiversità

Size: 8.52 MB
Hits : 262
Date added: 08-08-2017

Scheda n. 8

Semi: dove cercarli

Size: 424.60 KB
Hits : 476
Date added: 08-08-2017

Scheda n. 9

Comunità popolazione

tradizione ed evoluzione

Size: 94.67 MB
Hits : 241
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 1

Produrre i semi

Size: 5.85 MB
Hits : 459
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 2

Selezione conservatrice o miglioratrice delle varietà

Size: 19.86 MB
Hits : 316
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 3

Size: 11.59 MB
Hits : 428
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 4

Prima di conservare... trattare i semi

Size: 62.93 KB
Hits : 318
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 5

Conservare i semi

Size: 16.52 MB
Hits : 406
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 6

La famiglia delle solanacee

Size: 2.74 MB
Hits : 297
Date added: 08-08-2017
pdf

Scheda Tecnica n. 7

Solanacee: malattie trasmissibili per seme

Size: 121.51 KB
Hits : 276
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 8

Pomodoro

Size: 4.65 MB
Hits : 813
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 9

Melanzana

Size: 2.37 MB
Hits : 370
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 10

Peperone e peperoncini

Size: 1.63 MB
Hits : 282
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 11

Patata

Size: 16.06 MB
Hits : 550
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 12

La famiglia delle Brassicaee

Size: 419.76 KB
Hits : 341
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 13

I cavoli

Size: 2.15 MB
Hits : 501
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 14

Frumento (genere Triticum)

Size: 245.60 KB
Hits : 374
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 15

Frumenti e loro evoluzione

Size: 7.95 MB
Hits : 484
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 16

Il frumento - Morfologia

Size: 11.54 MB
Hits : 379
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 17

Il frumento, osservazioni fenologiche e rilievi in campo

Size: 2.23 MB
Hits : 677
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 18

La storia del miglioramento del frumento duro

Size: 1.39 MB
Hits : 667
Date added: 08-08-2017

Scheda Tecnica n. 19

La battaglia del grano

Size: 936.27 KB
Hits : 370
Date added: 08-08-2017

Guida ai sistemi sementieri

La guida intende fornire un quadro d’insieme chiaro e aggiornato sulle questioni normative e politiche legate all’agrobiodiversità ed in particolare alle risorse genetiche vegetali, ovvero i semi (o altro materiale di propagazione) e le varietà delle specie coltivate. Cosa è possibile fare in azienda? Quali varietà si possono autoprodurre? Come avere accesso alle varietà ai fini di ricerca? Come e perché iscrivere le varietà al catalogo? Come legittimare i sistemi sementieri informali? Come gestire lo scambio? Queste sono solo alcune delle domande cui la guida fornirà alcune possibili risposte.

Size: 3.50 MB
Hits : 863
Date added: 01-01-1970

Gestione dinamica e partecipata di varietà e popolazioni

In un programma di miglioramento genetico convenzionale gli incroci, le prove di selezione e le prove di produzione sono condotte nei centri di ricerca e, in genere, da pochi ricercatori che definiscono non solo gli obiettivi, ma anche a quali ambienti agronomici (in irriguo, in asciutto, terreni marginali, agricoltura organica, etc.) le nuove varietà sono destinate. L'agricoltore viene coinvolto solo alla fine del processo per fare Ie ultime prove varietali. Ciò che si ottiene è una varietà per lo più geneticamente omogenea e che deriva da diversi anni di prove condotte in condizioni di disponibilità di concimi, acqua e pesticidi, in luoghi, le stazioni di ricerca, distanti e diversi da quelli dove le varietà vengono coltivate. La varietà è poi, in genere, riprodotta in ambiente "convenzionale" e che risponde bene per esempio alle pratiche generalizzate di lavorazione post raccolta di carattere industriaIe.

Size: 15.10 MB
Hits : 309
Date added: 01-01-1970