Il 2015 per l’Italia è l’anno di Expo e questo fatto ci offre l’occasione per discutere e affrontare temi di cui tante volte abbiamo parlato, aggiungendo dei pezzi di ragionamento in più. Temi come lo sfruttamento del lavoro in agricoltura e la filiera del cibo, di cui parleremo a Roma il 26 marzo partendo dal libro “Ghetto Economy”, o come il rilancio del settore agricolo, che se da una parte vede Regioni e Comuni impegnati nel lavoro di regolamentazione di affitti e bandi per la gestione delle terre pubbliche, dall’altra vede il Governo Renzi andare in direzione del tutto opposta, attuando politiche in tal senso contraddittorie, non per ultima l’imposizione dell’IMU sui terreni agricoli.

 

In questo numero della newsletter ti segnaliamo anche la nascita di nuovi progetti e gruppi di terrestri (Torino stiamo arrivando!), nuove collaborazioni e reti.

Buona lettura!

Il 26 marzo “Ghetto Economy”, l’orrore dietro la filiera del cibo

 

Abbiamo pensato che proprio nell'anno dell'Expo, fosse importante affrontare i temi di cui tante volte abbiamo parlato e per questo abbiamo deciso di organizzare, il 26 marzo dalle 20.30 presso il Teatro Centrale Preneste di Roma, una serata di discussione su: L’orrore dietro l’etichetta del supermercato. Filiera del cibo e nuove schiavitù nel lavoro: l’Italia nell’anno di Expo. Ingresso libero con prenotazione a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

IMU agricola: una tassa che metterebbe in seria difficoltà gli agricoltori

 

Se davvero il Governo ha intenzione di valorizzare l’agricoltura del nostro Paese e se vuole farlo - come dice - puntando anche sui giovani, allora perché impone il pagamento dell’IMU, una tassa che mette in seria difficoltà molti agricoltori?

 

L'AltraVia

Nasce a Genova L’AltraVia con l’idea di creare un polo commerciale, aggregativo, informativo e ludico/formativo legato ai valori e alle pratiche dell’altreconomia, la nuova via al consumo responsabile e alla buona economia di relazione. L’AltraVia è un progetto di Terra!Onlus, Fair e Yoge, tre realtà differenti, coerenti e complementari.

Scambio di rappORTI – un progetto intergenerazionale a Tor Sapienza

 “Scambio di rappORTI” è un progetto intergenerazionale, realizzato con il contributo della Regione Lazio, che, grazie alla realizzazione di orti sinergici all’interno del Centro Culturale Michele Testa di Roma, mira a valorizzare l’esperienza e l’abilità dell’anziano, a investire nelle sue capacità e a facilitare il recupero delle relazioni intergenerazionali.