'ANSA - Il Tar del Lazio ha bocciato il ricorso presentato da un agricoltore friulano contro il decreto interministeriale che proibisce la semina di mais biotech MON810 modificato geneticamente. Nel renderlo noto Coldiretti sottolinea che la sentenza conferma definitivamente il divieto di coltivazione in Italia.

'Apprendiamo con soddisfazione il pronunciamento del Tar che conferma nella sostanza le ragioni del decreto promosso dal ministero delle Politiche agricole di concerto con i ministeri della Salute e dell'Ambiente in relazione allo stop delle semine Ogm in Italia'', commenta il ministro delle politiche agricole, Maurizio Martina. ''Proseguiamo ora con tenacia la battaglia che stiamo portando avanti anche con altri Paesi in ambito europeo - sottolinea Martina - il nostro obiettivo è dare più autonomia di scelta ai singoli Stati sul tema Ogm. Se non riusciremo a trovare un accordo entro giugno, questo sarà uno dei dossier più importanti del semestre italiano di presidenza dell'Ue. Sono convinto che il modello agricolo italiano debba valorizzare le sue peculiari caratteristiche per rafforzarsi anche sui mercati internazionali''.

"La decisione del Tar del Lazio avalla l'operato del Governo, impegnato con risultati importanti anche in sede europea per aumentare l'autonomia decisionale degli Stati membri in materia di Ogm. Ora questo divieto va attuato con decisione, anche adottando le sanzioni stabilite per le eventuali violazioni" afferma Gian Luca Galletti, ministro dell'Ambiente aggiungendo che "dopo questa sentenza è più forte la spinta per una nuova normativa UE che lasci piena autonomia agli Stati, anche in relazione alle tradizioni e alle vocazioni agricole del territorio".

 

continua a leggera la notizia dal sito ANSA