Muove i primi passi una rete delle reti che vuole essere uno strumento al servizio del cambiamento verso un mondo sostenibile, equo, solidale e felice.

COMUNICATO STAMPA:

No, noi non ci stiamo e costruiamo l’alternativa!

 

Non siamo sussumibili nè in questi giorni del g7 a Bergamo nè mai!
Il messaggio che vogliamo dare forte e chiaro è che il modello proposto dal g7 in corso e quello agroecologico basato sulla Sovranità alimentare non sono compatibili, non possono convivere.
Vogliamo affermare l’ ALTERNATIVITA' dei percorsi agroecologici a quello egemone e, riprendendo dalle parole di Gesualdi: per cambiare radicalmente l’agricoltura e l’economia non bastano nuovi stili di vita, occorre progettare e praticare insieme un’alternativa di società.

Il progetto di costituzione di un Gruppo Operativo per la gestione della semente di popolazioni di frumento in Toscana ha terminato gli incontro locali e sta entrando nella sua fase finale che, coincidendo con il periodo di semina, ci offrirà differenti esempi, nelle differenti realtà locali coinvolte, di gestione collettiva della semente di popolazione evolutiva.

Il progetto di costituzione di un Gruppo Operativo in Veneto che coinvolge una parte dei soci veneti di RSR è stato avviato e sta realizzando gli incontri sul campo e predisponendo le altre attività previste. I prossimi incontri si svolgeranno il 7 ottobre nell’ambito della Festa dell’artigianato Alto Vicentino e il 28 ottobre presso DiversamenteBio, Padova.

Durante un workshop dell'incontro in Belgio #LCD nel quale i partecipanti si confrontavano sull'importanza della collaborazione ricerca – agricoltori è giunta la notizia di questo nuovo progetto in cui RSR e il Coordinamento Europeo Liberiamo la Diversità! sono partner. Il progetto è dedicato al rafforzamento della relazioni tra agricoltori che contribuiscono alla conservazione dinamica della agrobiodiversità in azienda.