Notiziario N° 120 del 7 settembre 2015


In questo numero:
966 - AGGIORNAMENTO DI PHILIPPE DA NEIRONE SULLA QUESTIONE CINGHIALI
967 - ANCORA SUI CINGHIALI
968 - PIANO METROPOLITANO SUL CICLO DEI RIFIUTI
969 - RENDICONTO DELLA PARTECIPAZIONE DEL CONSORZIO A EXPO FONTANABUONA
970 - DDL AGRICOLTURA CONTADINA
971 - SULLA FESTA AI CASONI DI AMBORZASCO
972 - ESPOSIZIONE "PATATE DAL MONDO"
973 - FIERA A FERRIERE
974 - DVD "LA ZAPPA SUI PIEDI”
975 - IL NOTIZIARIO E IL BOLLETTINO DELLA RETE SEMI RURALI
976 - LA PAGINA FACEBOOK DEL CONSORZIO

966 - AGGIORNAMENTO DI PHILIPPE DA NEIRONE SULLA QUESTIONE CINGHIALI

Il socio Philippe Lemoussu ci invia il seguente aggiornamento sulla questione cinghiali:

Grazie innanzitutto per le reazioni e i consigli che ho ricevuto in seguito all'appello inserito nel notiziario precedente.
Da quel giorno oltre a chiudere continuamente buchi nella mia recinzione, ha fare denuncia su denuncia di danni all'ufficio della citta metropolitana, ha fare la corsa per raccogliere le patate,
ho scritto una lettera alla funzionaria di quell'ufficio. Vedere lettera allegata.
La reazione della dott.ssa Bertoloto è stata di ascolto ma l'unico risultato concreto per ora raggiunto è stato di mettermi in relazione con il presidente dell'ATC2 (ambito territoriale di caccia della mia zona). (non ho il suo Cognome sotto mano in questo momento)
Ho parlato a lungo con lui. Oltre ad essere un cacciatore è un commercialista che coltiva anche qualche vigneto che vengono regolarmente rovinati dai cinghiali.
Le informazioni essenziali che ho ricavato sono le seguenti.

 

La regione incassa circa 1,8 milioni di euro all'anno dalle licenze e altri pagamenti dei cacciatori.
Un cacciatore di cinghiali spende circa 600 euro all'anno tra tasse governative, regionali, Atc e assicurazione.
Un cacciatore di daini spende infinitamente di più: Corsi specifici, numerose giornate di appostamento per censimento e 200 euro alla regione per ogni daino abbattuto.
Il presidente dell'Atc ha il potere di ordinare ad una squadra di caccia a cinghiale una battuta richiesta da un contadino. Non c'è tuttavia la garanzia che gli animali che invadono le mie fasce siano abbattuti. E in più c'è il probabile risultato di avere la squadra incazzata con il contadino (commento esclusivamente personale) visto che il presidente non mi ha spinto su questa strada.
L'impiego di gabbie di catture (previste dalla normativa) non è auspicabile in quanto dopo la cattura di uno o due animali solitamente i cinghiali non entrano più nella gabbia. Per favorire l'ingresso in gabbia occorre foraggiare e questo fatto raduna ulteriori animali nei pressi dei propri terreni il che non è un bene.
Lui consiglia l'impiego di rete elettrosaldata per rinforzare le recinzioni. Peccato che il mio amico Aldo di Moconesi le sta impiegando per chiudere i buchi e si è già verificato più volte che i cinghiali siano riusciti a piegarle e a rompere le saldature !!!!!!!!!
Il mercato della carne di cinghiale è molto limitato. Il 90 % finisce nei freezer dei cacciatori e dei loro amici. Quel 10% che viene venduto sarebbe venduto a 10 euro al Kg e solo durante dicembre gennaio cioè per i capi che non sono stati diverse ore al sole prima della macellazione. (rimango personalmente dubbioso su queste informazioni)
Il passaggio di competenze dalla ex provincia alla regione fa si che il capitolo aggiornamento delle norme relative alla caccia e ai risarcimenti è aperta.
I cacciatori tramite l'ATC chiedono la gestione del 25 % dei 1,8 milioni di euro per effettuare sostegni alle recinzioni e risarcimento danni.
Chiedono anche la possibilità di fare la caccia di appostamento di notte per i cinghiali. Secondo lui questa misura è potenzialmente in grado di arginare il pb per gli agricoltori, se non sono cacciatori essi stessi basta che si mettano d'accordo con un cacciatore.
Lui pensa che queste 2 misure potrebbero essere accettate e in vigore per l'anno prossimo.
Il presidente si è impegnato a farmi contattare dal mio capo squadra locale per trovare un accordo sulla questione manutenzione strada. Ad oggi non ho ricevuto nessuna visita o telefonata.

Durante la mia partecipazione ad expo Fontanabuona, ho capito che il problema è molto diffuso e molto grave. Secondo me è di natura a rendere impossibile l'agricoltura nell'entroterra genovese. Ho parlato con passione al sindaco Doria nonché presidente della città metropolitane durante la sua visita ad Expo Fontanabuona. Vi posso solo trasmettere la sua assenza di risposta!!!!!!!
Ieri ho partecipato a Moconesi ad un incontro del PD sulla questione cinghiali. Erano presenti Renata Briano,(ex assessore di Burlando in regione e attuale deputata europea), Luca Garibaldi (neo consigliere regionale ) un senatore di cui non ricordo il nome e che non ha aperto bocca, il sindaco di Leivi. A parte l'assenza di senso di responsabilità della Briano, ho ricavato le informazioni seguenti:
In Italia la fauna selvatica è considerata un bene dello stato. Da questo presupposto deriva tutta la normativa italiana. Negli altri paesi non è sempre cosi, in Francia ad esempio la fauna selvatica è di proprietà di quello che è proprietario del terreno il che produce a catena una normativa molto diversa.
Luca Garibaldi mi ha dato il suo numero di cellulare ed è disponibile a collaborare su questo argomento. Lo sentirò probabilmente oggi mezzogiorno.

Ad oggi (domani potrei cambiare parere) penso che l'opzione minima per il consorzio se vuole fare sentire la sua voce sia di scrivere una lettera condivisa e chiedere un incontro alle persone giuste.
Cosa penso che dovremmo chiedere:
un piano straordinario di 2 o tre anni da parte della regione che consenta un investimento molto massiccio da parte di agricoltori e ortolani sulle recinzioni con un rimborso non solo sul materiale ma anche sulla mano d'opera.
Questo rimborso dovrebbe essere retroattivo per quelli che hanno fatto recinzioni dal 2013.
I cinghiali sono di proprietà pubblica al di fuori delle aree recintate e li le norme potrebbero proseguire come adesso. Sono invece di proprietà privata all'interno delle aree recintate. La carne appartiene al proprietario del fondo e può essere venduta solo se vengono rispettate dei parametri sanitari. In assenza dei parametri la carne rimane di consumo privato.
Rimango ad oggi in dubbio sulle modalità di abbattimento. Forse sarebbe politicamente opportuno appoggiare la proposta di caccia ad appostamento proposta dei cacciatori.
La norme 3 potrebbe essere alternativa alla richiesta di risarcimento danni per le coltivazioni in quanto la carne diventa il risarcimento stesso. Potrebbe rimanere il risarcimento per i muretti a secco. Questo risarcimento dovrebbe essere premiante se ci si avvale del lavoro di una cooperativa sociale. Questo sgonfia l'apparato burocratico di risarcimento danni.
Non c'è trasferimento di competenza all'ATC. Simbolicamente sarebbe come dire che il territorio appartiene ai cacciatori.
Aspetto i vostri commenti.
Philippe

 

Leggi la denuncia (PDF)

Chi vuole associarsi all'azione di Philippe o comunque comunicare con lui, può scrivergli a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 



967 - ANCORA SUI CINGHIALI

A proposito del problema cinghiali sollevato da Philippe Lemossou da Francesco da Serra Riccò abbiamo ricevuto quanto segue:

Cari tutti.
Leggo Philippe e non posso che fare mie le sue parole ed il suo pensiero. Anche da noi quest'anno i cinghiali hanno banchettato con il nostro grano e la scoperta del danno (almeno 5 quintali persi!!) e' stato un duro colpo al pari della perdita di una bestia.
Sara' stata la rabbia avverso la prepotenza dei cacciatori; la miopia e la straffottenza degli Amministratori e delle "Autorita'" deputate a tutelare l'agricoltura ed il
mondo che in essa ruota attorno, ad incrementare forza e determinazione nel mettere alle strette le Istituzioni affinche' si assumessero le rispettive responsabilita'.
Forse siamo stati fortunati o forse qualche "schiacciatore di bottoni", che forse per un attimo, ha temuto per il proprio "onore", ha fatto si' che in dieci giorni (ad oggi a parole), la Citta' Metropolitana (prima, la Regione oggi) ci abbia liquidato il danno.
Come Philippe, anche io ritengo assurdo, anacronistico, ingiusto, contro Natura, l'atteggiamento di tutti questi soggetti che con il loro agire ed omettere al tempo stesso, stanno distruggendo l'agricoltura ed il mondo rurale ad essa necessariamente connesso.
Ritengo altresi' indispensabile individuare insieme una strategia comune che, nel concreto, possa porre fine a questa presa in giro che dura ormai da troppi anni.
Philippe: facci sapere quando intendi bloccare la strada...valuteremo il da farsi.
A presto.
Francesco

 


968 - PIANO METROPOLITANO SUL CICLO DEI RIFIUTI

Dal socio Philippe Lemoussu riceviamo quanto segue
Il Consorzio partecipa ufficialmente al gruppo di lavoro di predisposizione del piano metropolitano sul ciclo dei rifiuti.
Penso che il nostro contributo debba essere concentrato sulla questione di tutto ciò che viene classificato sotto la voce sfalcio e potature e sul riciclo dell'organico in generale.
Penso che dobbiamo contribuire ad agevolare in tutti modi possibili il ritorno alla terra di tutti questi materiali.

Non ho ancora tutti gli elementi in mano ma l'annuncio ufficiale di avvio dei lavori si farà il 18 settembre come da comunicazione allegata. E se ho capito bene Enrico Pignone vorrebbe presentare questo piano per marzo 2016.
Chiedo ai lettori del notiziario di contattarmi se si sentono di poter contribuire all'elaborazione di questo piano.
Non ho esperienza precedente a situazione simile ma immagino che ci sarà molto materiale da leggere, informazioni da cercare, e proposte da condividere e scrivere.
Tutto ciò richiede competenze diverse che sono tutte ben venute.
A titolo di esempio possono venire bene competenze del tipo:
- Conoscenza della macchina amministrativa comunale
- Conoscenza del patrimonio comunale (per queste 2 competenze il riferimento a persone ben inserite nel consorzio è del tutto casuale !!!!!)
- Conoscenze giuridiche
- Conoscenze dirette sull'uso attuale di questi materiali organici.
- Conoscenze sul modo di lavorare in gruppi di questo tipo.
- Conoscenze scientifiche/agronomiche relative a questo tema
Non esitate a contattarmi.

Inviterò a questo nostro gruppo di lavoro anche persone non socie del consorzio ma in grado di fornire competenze tra gli attuali Brfisti, nel modo variegato degli orti urbani, e presso l'università di Genova (una ricercatrice specializzata sui funghi), nelle cooperative sociali che lavorano nel settore della manutenzione del verde...

Grazie anticipatamente per il vostro supporto.
Philippe Lemoussu

Tel 348 41 351 41
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi la convocazione all'incontro introduttivo (PDF)

 


969 - RENDICONTO DELLA PARTECIPAZIONE DEL CONSORZIO A EXPO FONTANABUONA

Dal 22 al 30 agosto a Calvari, Comune di San Colombano Certenoli, si è svolta la 31esima edizione di Expo Fontanabuona Tigullio, fiera campionaria che mette in vetrina le eccellenze locali dell’artigianato, del commercio e del settore agro-alimentare. All'Expo ha partecipato anche il Consorzio della Quarantina con il proprio stand dove erano presenti i soci Philippe Lemoussu e Francesca Damico i quali, al termine della manifestazione hanno fatto un rendiconto con le loro considerazioni e riflessioni.

 Vai alla pagina 

 


970 - DDL AGRICOLTURA CONTADINA

In merito al DDL Agricoltura Contadina del quale abbiamo proposto il testo nello scorso notiziario, Roberto Schellino ci scrive:
Buongiorno
in merito alla vostra comunicazione 959-Testo ufficiale del DDL Agricoltura contadina, vi aggiorno che oltre il testo che avete allegato (presentato dal dep. SEL Zaccagnini) è ufficialmente depositato anche un testo M5S - PARENTELA ed altri: "Interventi per il sostegno e la promozione delle agricolture contadine" (2143) ed una terza pdl da parte del PD - CENNI ed altri: "Norme per la tutela della terra, il recupero e la valorizzazione dei terreni agricoli abbandonati e il sostegno delle attività agricole contadine e familiari" (2935) - ma il testo non è ancora inserito sul sito della Camera dei Deputati. Può essere richiesto alla Deputata Cenni.
Grazie per l'attenzione
Roberto Schellino

 



971 - SULLA FESTA AI CASONI DI AMBORZASCO

Il socio Massimo Monteverde ci informa di quanto segue:
Sono stato contattato dagli organizzatori della sagra del fungo e della patata quarantina a Casoni di Amborzasco per la partecipazione alla sagra stessa e per l'adesione del Consorzio.
Siccome negli anni scorsi non c'è stata una grande correttezza nella gestione di questo evento ho ritenuto di rispondere, come consigliere dell'Associazione, che il Consorzio non partecipa e non autorizza l'uso del nome nè del logo;
infatti dopo i primi anni quando in effetti i produttori fornivano effettivamente le patate per la cucina e partecipavano alla sagra stessa, è successo più volte che le Quarantine venissero cucinate anche se non c'erano e che il nome e il logo venissero usati senza accordi preventivi (immagino magari solo per non rifare le bozze dei manifesti e dei depliant).
Mi sono quindi preso la libertà di fornire la motivazione: su alcune sagre sono successi dei fatti disdicevoli che ci hanno fatto decidere per la non adesione del Consorzio a sagre et similia; per tagliare corto e non questionare sul merito e sui fatti senza nulla precludere a produttori locali non associati al Consorzio.
La manifestazione, comunque, sarà il 13 settembre.

 

Massimo da Allegrezze

 



972 - ESPOSIZIONE "PATATE DAL MONDO"

Il socio Fabrizio Bottari ci informa sulle prossime date in cui si potrà visitare l'esposizione "Patate dal mondo":
Rezzoaglio (GE) - Sede Parco Ragionale dell'Aveto - 26-27 settembre 2015
Pontenure (PC) - Castello di Paderna - 3-4 ottobre 2015
Nell'ambito della XX Edizione di Frutti Antichi organizzata dal FAI
Domodossola (VB) - Collegio Mellerio Rosmini - 9-10-11 ottobre 2015
Esposizione organizzata dalla Condotta Slow Food Valleossola
Cels di Exilles (TO) - 7-8 novembre 2015

 



973 - FIERA A FERRIERE

Il Comitato Fiere di Ferriere (Lumarzo, Ge), il prossimo 27 Settembre organizza la "Fiera di Profumi e Sapori di Liguria".
Se qualche produttore socio del Consorzio vuole partecipare è ben accetto (senza costi), basta che lo comunichi in tempo utile a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 



974 - DVD "LA ZAPPA SUI PIEDI”

Andrea Pierdicca e Enzo Monteverde ci informano:
A nove mesi esatti dall'uscita virtuale de "La zappa sui piedi", siamo lieti di annunciare che il documentario è ora disponibile in Dvd !
Per chi non lo conoscesse "La zappa sui piedi" è il nostro video itinerante che tratta di api, agricoltura e pesticidi giunto a conclusione dello spettacolo "Il cantico delle api" con il quale abbiamo attraversato le campagne italiane tra il 2013 e il 2014.
Il prezzo è accessibile : 10€ + 2€ per eventuale spedizione.
Il documentario potrete proiettarlo dove vorrete, diffondendone così il pensiero, unico strumento possibile per un reale cambiamento.
Il ricavato di questo dvd andrà in piccola parte come riconoscimento a chi in questo documentario ci ha creduto e lavorato ma principalmente finanzierà il nostro nuovo progetto "Viaggio tra terra e cielo".
Attraverso Bee Generation, invece, andrà a sostenere la campagna di raccolta fondi di Beelife.
Invitiamo gli amici del Consorzio della Quarantina ad acquistarlo scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e indicando l'indirizzo a cui spedire.
Manderemo gli estremi per effettuare il pagamento, che saranno possibili con postepay, bonifico bancario, contrassegno e volendo anche paypal.
Avanti tutta!! sempre !!!
Un caro saluto
Enzo e Andrea

 


975 IL NOTIZIARIO E IL BOLLETTINO DELLA RETE SEMI RURALI

Sono usciti il numero di settembre del "Notiziario della Rete Semi Rurali" e il Bollettino RSR 2/2015

Leggi il notiziario
Leggi il bollettino (PDF)

 



976 - LA PAGINA FACEBOOK DEL CONSORZIO

Nella pagina Facebook del Consorzio potete trovare moltre altre interessanti notizie sul mondo rurale. La pagina attualmente conta 1099 iscritti.
https://www.facebook.com/ConsorzioQuarantina

 




Attenzione!
Se nel notiziario i collegamenti ai vari link non si aprissero, vi ricordiamo che è possibile visualizzarlo anche sul nostro sito www.quarantina.it.
Vai al notiziario sul sito