Notiziario N° 117 del 20 aprile 2015

945 - 11 APRILE : IMPORTANTI DECISIONI NATE DALLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DEL CONSORZIO DELLA QUARANTINA



Al Minceto di Ronco Scrivia, l’11 aprile 2015, dalle 10 alle 13, si è riunito il Consiglio direttivo [‘Cd’] dell’Associazione [‘Consorzio’], presenti i soci: Chiara Basadonne, Claudia Cuccovillo, Davide Camera, Elisabetta Sciaccaluga, Fabio Maggiolo, Fabrizio Bottari, Linda Sacchetti, Marco Righetti, Massimo Angelini, Massimo Monteverde, Simone Rizzi. Assente giustificato: Sergio Rossi.
All’ordine del giorno vi erano alcune questioni riguardanti il funzionamento del Consorzio.La discussione è avvenuta in un clima davvero cordiale e costruttivo. Tutti hanno preso la parola e per tutti i punti, anche là dove le posizioni di partenza erano divergenti, si è giunti a scelte unanimi e a considerazioni finali concordi sul futuro del Consorzio.
Riassumiamo brevemente alcune delle decisioni più rilevanti, per la spiegazione completa e dettagliata vi rimandiamo al verbale della riunione.

:: È abolita la doppia autodichiarazione annuale (quella imposta fino a ora ai produttori, comunicata subito dopo la piantata e dopo la selezione successiva alla raccolta), ma è istituita un’autodichiarazione (scheda) dell’azienda che sarà resa pubblica sul sito dell’Associazione.

:: Chi si iscrive al Consorzio per la prima volta e chiede di essere riconosciuto come produttore, per il primo anno:
- non è tenuto alla compilazione della scheda;
- non può acquistare più di 30 kg di tuberi selezionati per la moltiplicazione;
- sul sito non è registrato tra i produttori;
- non riceve la tabella del Consorzio;
- è visitato da un referente locale.
In pratica: chi chiede di essere riconosciuto come produttore, per il primo anno accetta di essere tenuto in osservazione: se non adempie agli impegni comuni, se quanto comunica rispetto all’azienda e alla produzione non risulta del tutto vero o anche solo del tutto chiaro, se non dimostra sufficiente esperienza nella produzione e nella selezione del prodotto, allora non è confermato come produttore pur restando socio dell’associazione e, eventualmente, proponendosi per un nuovo periodo di osservazione.

:: Per l’anno corrente la gestione dei sacchetti del Consorzio è lasciata all’Emporio Rossi di Savignone. Al termine della stagione i sacchetti saranno riacquistati dal Consorzio e gestiti direttamente.

:: Da quest’anno la vendita dei prodotti è libera e può liberamente essere rivolta a negozi, ristoranti, gruppi di acquisto che siano o che non siano sostenitori affiliati.

:: Negozianti e ristoratori sostenitori possono chiedere di affiliare i propri negozi e ristoranti che però avranno visibilità e comunicazione dal Consorzio solo se acquistano almeno un quintale di prodotto nel corso della stagione.

 

Leggi il verbale della riunione del CD (pdf)

 




Attenzione!
Se nel notiziario i collegamenti ai vari link non si aprissero, vi ricordiamo che è possibile visualizzarlo anche sul nostro sito www.quarantina.it.
Vai al notiziario sul sito