La terza giornata della Conferenza delle Parti (COP) registra l'inizio delle danze in gruppi di discussione ristretti (i cosiddetti friends of the chair) dei testi su cui ancora non c'è accordo.. il documento sulla biodiversità agricola è tra questi.

Nel centro di Bonn la società civile ha organizzato nella piazza principale una serie di stand con esposizioni di semi, animali da cortile, e vendita di sementi bio e di varietà locali di alcune piccole ditte sementiere (vedi foto sotto).

SativaRein saat

 

Il documento sulla biodiversità agricola comincia il suo iter nel friends of the chair per cercare di risolvere i punti sospesi. Il paragrafo 30 sul biofuel diventa un capitolo a sé del documento molto più articolato, anche se le ambiguità ancora rimangono. Infatti, si comincia citando tutti i vari possibili effetti positivi del biofuel e solo dopo si evidenziano i rovesci della medaglia e, inoltre, ancora non è stata scelta la versione finale del testo del famoso pgf 30 che va da un semplice riconoscimento di impatti positivi, da promuovere, e negativi, da minimizzare (prima possibilità), ad una richiesta ai Governi di sviluppare standard di certificazione adeguati per minimizzare gli impatti negativi (seconda possibilità), a riconoscere, infine, che nuovi studi stanno mettendo il luce gli impatti ambientali e sociali negativi del biofuel e che quindi va adottato il principio di precauzione (terza possibilità).

Il Brasile ovviamente vuole approvare la prima opzione, l'Unione europea è a favore della seconda, mentre l'Africa promuove la terza! In particolare il delegato brasiliano ha detto "il principio di precauzione non deve essere applicato all'agricoltura e noi speriamo che nessun voglia suggerire di farlo!"

Tra i punti importanti nel testo segnaliamo:

pgf 10 - invita le Parti a promuovere la conservazione in azienda attraverso processi decisionali partecipativi,
pgf 11 - invita le Parti a mandare rapporti sulle pratiche migliori e casi studio di conservazione in azienda, che saranno diffusi all'Organo scientifico della CBD e alla Commissione risorse genetiche della FAO,
pgf 18 - riconosce il legame con il Trattato FAO e saluta i progressi ottenuti di recente sul Sistema multilaterale di scambio e sui Diritti degli Agricoltori,
pgf 33 - invita le Parti a rafforzare i meccanismi per la conservazione e l'uso sostenibile dei semi attraverso meccanismo formali ed informali.
Da segnalare per l'impatto mediatico la premiazione dei migliori biopirati dell'anno ad opera dell'ong canadese Etcgroup (www.etcgroup.org), realizzata da un capitan uncino con tanto di occhio bendato fuori dalla sala della plenaria.