Vinta la scommessa della nuova dislocazione presso la Cascina Roccafranca a Torino di Una Babele di Semi, giornata di scambnio di semi, bulbi, pasta madre, marze e saperi qui in Piemonte, ben felici della grande partecipazioni di pubblico, attorno alle 500 presente, ma soprattutto dei banchetti per scambio, oltre 40.

 

L'edizione 2013 è rutotata attorno alla cipolla bionda piattta.
Dibattito con i produttori di Leinì, Drubiaglio e Luserna per condividere la modalità di coltivazione e riprosuzione. Assaporato il gusto con i piatti preparati e presentati nel laboratorio culinario sempre con al centro la cipolla bionda piatta.
La cornice entro la quale ci si è mossi è stata quella dell'

autoproduzione. Quanto portato in scambio sia di propria produzione o del gruppo con il quale si lavora, senza alcun utilizzo di chimica di sintesi;

reciprocità. L’atto dello scambio si svolga in termini di reciprocità;

modiche quantità. Le quantità di ciò che si scambia devono essere ridotte: assumono più valore incentivandone la riproduzione, in loco, ciò ne favorisce la conoscenza delle caratteristiche e delle migliori modalità di coltivazione;

informazioni. Come abbiamo sempre affermato la biodiversità agricola non è rappresentata solo dal materiale da riproduzione ma anche dalla conoscenza ad esso associata. Corredare il materiale scambiato con informazioni utili alla sua conoscenza è essenziale per indirizzare al primo utilizzo e per la condivisione di informazioni nell'ambito delle reti di scambio, utilizzando una scheda di scambio;

pubblico dominio. Il materiale scambiato non è soggetto a alcun tipo di proprietà intellettuale in quanto in pubblico dominio. Non si tratta cioè di varietà iscritte ai cataloghi commerciali e tanto la sua riproduzione quanto il suo scambio in modiche quantità non può in alcun modo essere considerato atto commerciale ma piuttosto un diritto universale esercitato dalle comunità.

Consapevoli che un 'evento che raccoglie sempre più attenzione e partecipazione richiede più lavoro, siamo già in opera per l'edizione 2014 che vedrà al centro il FAGIOLO DI MATTIE.

Luca Ferrero - ASCI Piemonte