Assergi 19/10/2010 – Anche quest’anno L’Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga parteciperà, con notevole impegno organizzativo, al Salone del Gusto che si terrà a Torino dal 21 al 25 ottobre. L’Ente avrà un proprio stand istituzionale all’interno del Padiglione 3, stand 225, nell’area riservata alla Regione Abruzzo. L’obiettivo è di valorizzare e far conoscere, al grande pubblico internazionale della manifestazione promossa da Slow Food, l’immenso patrimonio dei prodotti agroalimentari di qualità dell’area protetta.

All’interno dello stand saranno ospitate le produzioni più rappresentative della tradizione eno-gastronomica locale e saranno fornite ai visitatori, oltre alle indicazioni di carattere turistico ed ambientale, le principali informazioni sulle varietà coltivate, sui metodi di produzione e sull’artigianalità dei prodotti.

In particolare saranno ben rappresentati i quattro Presidi Slow Food che l’area protetta detiene: il Canestrato di Castel del Monte, il Pecorino di Farindola, la Lenticchia di Santo Stefano di Sessanio e la Mortadella di Campotosto. A Terra Madre inoltre saranno presenti ben cinque Comunità del Cibo, le quali, in vista dell’attuale edizione, sono state così raggruppate: Associazione degli Agricoltori Custodi, Allevatori del Parco, Apicoltori del Parco, Associazione dei Produttori di Patata Turchesa, Associazione dei Coltivatori di Genepì Appenninico.

L’Ente Parco sarà presente con i propri tecnici di diversi servizi accompagnati dal Direttore dell’Ente, Marcello Maranella. I tecnici del Servizio Agrosilvopastorale, in particolare, parteciperanno a tutti i laboratori e ai seminari organizzati nell’ambito di Terra Madre e volti all’approfondimento di tematiche che sono oggetto del loro lavoro, come ad esempio la valorizzazione della lana e del miele e la tutela delle antiche varietà colturali.
(Comunicato stampa dell' Ufficio Stampa Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga – Dott.ssa Grazia Felli Tel. 0862 6052209 - Fax 0862 6052209 -Cell. 339 4920875. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)