You need the Flash plugin to see this content Download Macromedia Flash Player
Home > Glossario > V > Varietà o cultivar [Cultivar] Glossario
Esplora per lettera
A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | Altri | Tutti
Esplora per categoria
Categoria: Generale

Stampa in versione pulita Invia questo termine ad un amico Varietà o cultivar [Cultivar]

Definizione:

Insieme di piante coltivate, chiaramente distinte per caratteri morfologici, fisiologici, citologici, chimici, ecc., che conservano i loro caratteri distintivi quando sono riprodotte per via sessuale o asessuale. La varietà per essere legalmente riconosciuta deve: essere distinguibile (D), uniforme (U), stabile (S); possedere un valore agronomico superiore ad altre varietà precedentemente costituite; essere iscritta al Registro Nazionale delle Varietà, dopo un periodo di valutazione che in Italia attualmente dura due anni. 

Fonti: Lorenzetti et al. 1994: F. Lorenzetti, M. Falcinelli, F. Veronesi, Miglioramento Genetico delle Piante Coltivate, Edagricole, Bologna.

Inviato da segreteria, il 30-May-2008 15:17. | Questo termine è stato letto individualmente 4336 volte.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
 
Via di Casignano, 25
50018 Scandicci (FI)
Mob +39 3481904609
FAX 1782283769