Il 27 giugno 2013 si è svolta presso la sede legale di Via di Casignano, 25 Scandicci l'Assemblea 2013 della Rete Semi Rurali. Di seguito sintesi delle decisioni e link per scaricare il verbale.

 

SINTESI delle decisioni assunte dalla Assemblea annuale 2013 RSR

 

Tutte le decisioni sono state assunte all'unanimità dall'assemblea.
− Approvazione del Bilancio consuntivo 2012.
− la RSR dà la sua formale adesione al Coordinamento Europeo
− A luglio 2013 sarà organizzato un incontro di approfondimento sulla legislazionesementiera.
− Convocazione della prossima assemblea (2014) dei soci che sarà ordinaria estraordinaria a gennaio 2014 e si svolgerà in due giorni. La Sede proposta per
l'assemblea RSR 2014 è Torriglia: se gradito ai soci che chiedono d’iniziare la delocalizzazione dell’assemblea, potrà avvenire in concomitanza con il Mandillo dei
Semi organizzato da Consorzio della Quarantina.
− Il Coordinatore Massimo Angelini rinvia le proprie dimissioni all’Assemblea 2014.
− La RSR avvia con la assemblea 2013 un percorso di “traghettamento” all'assemblea 2014 che avrà mandato di revisione dello statuto della associazione RSR.
− L'assemblea condivide la richiesta formulata dal suo Coordinatore che il consiglio e quindi le persone che lo compongano, in spirito di responsabilità, siano espressione del bene comune della RSR a che per questo invitino i soci a cui appartengono a indicare referenti presso la RSR diversi da loro stessi.
− Funzionali all'attività di “traghettamento” coordinata dal Coordinatore della RSR si formano i seguenti gruppi di lavoro, ai quali potrà aderire chiunque tra soci e
sostenitori voglia farlo con spirito costruttivo, con rispettivi referenti e preciso mandato:
− Gruppo sulla legislazione sementiera, referente per il coordinamento Riccardo Bocci (consigliere); partecipano in posizione paritetica con il referente: Chiara
Pierfederici (Crocevia) e A. Lo Fiego (Arcoiris). Mandato: raggiungere una posizione comune sulla legislazione che sia espressione e posizione della RSR
sulla revisione della legislazione sementiera a livello europeo (entro settembre); coordinare la diffusione regionale funzionando da cabina di regia verso i soci
che si sono presi incarico di organizzare e animare iniziative di formazione e informazione a livello regionale
− Gruppo sui cereali, referente per il coordinamento Claudio Pozzi (Wwoof-Italia); partecipano in posizione paritetica con il referente: Matteo Tesini
(consigliere) e Rosario Floriddia (CTPB). Mandato: coordinare la comunicazione e delle attività di formazione sui cereali.
− Gruppo sulla sostenibilità e i progetti, referente per il coordinamento Giuseppe De Santis (DESBRI), partecipano in posizione paritetica con il referente: Chiara
Pierfederici (Crocevia, in attesa di segnalare un diverso partecipante per conto dell’organizzazione) e Bettina Bussi (staff RSR e sostenitrice), Roberto Brioschi
(Civiltà Contadina Area Milano). Il consigliere Matteo Tesini, portatore della delega di MAIS sentirà l’organizzazione per incoraggiare un suo referente per il
gruppo. Stabilito che deve realizzarsi una reciprocità nell'approccio ai bandi, da parte della RSR verso i soci e dai soci verso la RSR, il gruppo ha il mandato di
risolvere la questione di come si fa progettazione in rete, quali sono gli ambiti di progetto di Rete e come devono essere coinvolti i soci che ne hanno interesse.
Tema che sarà portato all'assemblea di gennaio con una forma procedurale e risolutiva.
− Per le attività legate al lavoro dei gruppi sulla legislazione (ed eventualmente del gruppo sui cereali) saranno di riferimento regionale i soci: per la Liguria, il
Consorzio della Quarantina; per il Piemonte, ARI (con eventuale coinvolgimento diretto del Coordinamento Contadino Piemontese); per la Lombardia, DESBRI (con
eventuale coinvolgimento diretto del Coordinamento Lombardo per il Cibo); per la Toscana, Wwoof-Italia; per il Lazio, Crocevia; per il Veneto, AVEPROBI per l’Emilia Romagna, Arcoiris (anche come AIAB-Emilia Romagna); AIAB verifica e darà comunicazioni di altri contesti regionali in cui vi sono condizioni concrete di azione.
− Per tutti coloro che hanno avanzato richiesta di adesione alla RSR, o hanno espresso intenzione ad avanzarla, rispondiamo incoraggiandoli a partecipare alle
nostre prossime iniziative e da parte nostra ci impegniamo a condividere con loro i percorsi formativi della RSR, riservando all'Assemblea di gennaio 2014 di definire
l'adesione.
− Per i soci inadempienti al 30 giugno 2013 l'assemblea chiede un ulteriore richiamo al versamento delle quote annuali 2013, atteso il quale il socio inadempiente sarà da considerarsi a tutti gli effetti non più associato alla RSR. Riguardo alle attività in fase di realizzazione nei prossimi 6 mesi i soci, anche se inadempienti, saranno comunque coinvolti al pari di soci e richiedenti adesione.