Il fenomeno per il quale gli individui - nel complesso - si presentano diversi in seguito alla diversa manifestazione fenotipica dei loro caratteri. Nel termine generale di variabilità si include la variabilità molecolare (del DNA), la variabilità genotipica (l'insieme dei geni di un individuo) e la variabilità fenotipica (l'aspetto esteriore dell'individuo frutto dell'interazione del genotipo con l'ambiente).

Fonti: [modificata da Lorenzetti et al., 1996]