SOLIBAM Policy Recommendation for sustain Diversity Strategies within Food Systems,

 è uno dei documenti dfondamentali di chiusura del progetto europeo di ricerca SOLIBAM che si è occupato tra l'altro di Miglioramento Genetico Partecipativo (Participatory Plant Breeding - PPB). Sono stati partners del progetto i soci della RSR AIAB e ARCOIRIS.

 

PDF (inglese)

Dear Friends of SAVE Foundation and Colleagues,

 We are pleased to be sending you again the quarterly e-mail newsletter of the European SAVE Foundation (Safeguard for Agricultural Varieties in Europe), containing the latest reports from the field of conservation of endangered livestock breeds and agricultural plants. You are receiving the SAVE eNews 2/2014 as a pdf-file attachment (also available in German).

Summary of the contents:

- 2014 International Year of Family Farming

- The rescue of the last black Alpine pigs

- Project "Black Alpine Pigs" (suino nero delle alpi)

- Romania: Grafting course for the future

- AnGR in Bulgaria: Roundtable Meeting of Stakeholders

- Newsflash (3)

- Important dates (extract)

Dear Friends of SAVE Foundation and Colleagues,

 We are pleased to be sending you again the quarterly e-mail newsletter of the European SAVE Foundation (Safeguard for Agricultural Varieties in Europe), containing the latest reports from the field of conservation of endangered livestock breeds and agricultural plants. You are receiving the SAVE eNews 1/2014 as a pdf-file attachment (also available in German).

 

Summary of the contents:

luglio 2014 - A seguito della raccolta fondi lanciata da Avaaz per la costituzione di un mercato mondiale di sementi contadine la La Réseau Semences Paysannes, nostro partner nell'ambito del Coordinamento Europeo Liberiamo la Diversità!, ha diramanto il comunicato che segue.

 Di seguito le versioni orignali in inglese e francese.

Ringraziamo per la traduzione in italiano Wwoof-Italia

Comunicato stampa. Peperone libero!

 L'intera Europa si oppone al brevetto di syngenta sulle piante di peperoni

 Monaco/ Berna/ Zurigo, 3 Febbraio 2014. Un'ampia coalizione di 32 Ong, insieme ad associazioni contadine e di costitutori provenienti da 26 paesi dell'Unione Europea hanno depositato oggi un'opposizione al brevetto sul peperone concesso a Syngenta. L'azienda ha brevettato la resistenza a un insetto, “copiandola” da una pianta selvatica di peperoncino. Brevetti di questo tipo non solo sono discutibili sul piano etico, ma aumentano la concentrazione del mercato delle sementi, ostacolano l'innovazione, e di conseguenza sono una minaccia per la sicurezza alimentare globale. Per sottolineare la questione, gli oppositori, mentre depositavano l'istanza, hanno offerto una zuppa al peperone agli impiegati dell'Ufficio Brevetti Europeo.